Packaging Anticontraffazione in alluminio

Packaging anticontraffazione in alluminio

Proteggere il valore dei prodotti significa tutelare il lavoro della vostra azienda e la sicurezza dei vostri clienti: grazie alle soluzioni packaging anticontraffazione del Tubettificio Favia, è possibile contrastare efficacemente le frodi e garantire l’integrità del vostro marchio.

Tubetti in alluminio anticontraffazione

Esistono diversi metodi antifrode applicabili a questo tipo di packaging. Grazie a una lunga esperienza nel settore farmaceutico, tra i più colpiti da questo fenomeno, il Tubettificio Favia può supportarvi nell’individuazione e nell’applicazione della strategia anticontraffazione più efficace. Eccone due esempi:

Tamper proof

Sul bocchello oftalmico in plastica, è applicato uno sleeve termoretratto in PVC.

Questo dispositivo, che unisce strettamente il bocchello alla capsula, si strappa solo al momento della prima apertura evidenziando l’eventuale manomissione.

La sua applicazione è controllata al 100% durante la produzione con sistemi d’ispezione automatica, garantendone in tal modo la presenza e l’efficacia.

Il valore di anticontraffazione deriva dalla non imitabilità di questo bocchello oftalmico e dalla possibilità di stampare lo sleeve in diversi colori personalizzandolo con il vostro logo, in modo da enfatizzare l’impatto visivo.

Stampa Combinata

La stampa digitale in sé stessa non è garanzia di anticontraffazione, anche se sono pochissime le aziende al mondo in grado di utilizzare questa tecnologia sui tubetti di alluminio.

Il Tubettificio Favia però offre ai suoi clienti un sistema unico al mondo di stampa digitale su tubetto di alluminio che copre non solo il mantello del tubetto, ma anche la capsula, e può essere integrato con la tradizionale stampa offset.

Se siete interessati a ricevere maggiori dettagli sulla stampa digitale anticontraffazione, scriveteci a questo indirizzo.

La contraffazione: un fenomeno da non sottovalutare

La contraffazione settore farmaceutico

  • percentuale di medicinali contraffatti sul mercato globale 7%
  • medicinali contraffatti in alcune zone di Africa e Asia 50%
  • incremento di falsi medicinali sequestrati nell’Unione Europea nel 2006 rispetto al 2005: +385%. 385%

La contraffazione nella cosmesi

  • 4,7 miliardi di euro l’anno di fatturato persi nell’Unione Europea, pari a
  • 7,8% del totale delle vendite nella UE a 28
  • 50.000 potenziali posti di lavoro persi
  • 1,7 mld mancato gettito fiscale

Fonti: Agenzia Italiana del Farmaco   –  Agenzia Uami della UE