Ormai ci siamo: dopo un inverno con il freno a mano tirato, tutte le attività sono pronte a ripartire. A cominciare dal settore del turismo e degli eventi.

Le restrizioni sono sempre più “soft” e nell’aria si respira un certo ottimismo anche in vista dei mesi che verranno.

La stagione estiva alle porte, la possibilità di ritornare a viaggiare e frequentare i luoghi di svago, ci impongono una riflessione più profonda: la necessità di investire in soluzioni di packaging innovativo su misura per le aziende e i loro clienti che, in sinergia con le regole per il contenimento del contagio, possano garantire – e questa volta in maniera definitiva – al ritorno alla vita pre-Covid.

In che modo imprenditori e aziende possono dare il proprio contributo per ripartire in sicurezza? Come far sì che i mesi a venire siano l’inizio di un definitivo ritorno alla normalità?

Tubetti per crema mani: non solo misure ma strumenti di prevenzione

Abbiamo conosciuto bene il senso di impotenza di fronte agli scaffali vuoti di mascherine e gel disinfettanti mani. Fortunatamente gli approvvigionamenti avvengono ora in modo regolare ma, in vista della ripartenza, è possibile continuare a responsabilizzarne l’uso.

Ma non solo. Se la lotta al virus pare stia volgendo a nostro favore, i dispositivi di protezione individuale resteranno sicuramente in uso per ancora molto tempo. Come è possibile sfruttare questi prodotti a proprio vantaggio nell’ambito di una ritrovata quotidianità?

Il tubetto di alluminio è sicuramente il packaging che meglio viene incontro alle nuove esigenze di tutela, sostenibilità e strategie di marketing.

Tutte le attività aperte al pubblico, che prevedono quindi un flusso costante di persone, potrebbero fornire ai clienti dei dispositivi di protezione individuale –come un tubetto di gel igienizzante- prima dell’ingresso. Pensiamo ai musei, ai parchi divertimento, ai mezzi di trasporto, tutti luoghi in cui gli assembramenti – seppur con tutte le precauzioni del caso – sono inevitabili: fornire a clienti e viaggiatori un kit con mascherina più tubetto di gel igienizzante, non solo ne incentiva l’uso, ma si rivela un potente strumento di marketing. Le mascherine, i guanti e il gel disinfettante, infatti, si prestano benissimo alla personalizzazione con il logo o lo slogan dell’azienda.

Favia può certamente rispondere a questa esigenza.

Gel disinfettante in tubetto: tra prevenzione e marketing

Soprattutto nei luoghi chiusi, adottare tutte le misure che ormai conosciamo bene è fondamentale e gli imprenditori, d’altro canto, hanno la responsabilità di garantire la massima sicurezza per i propri clienti. Fino ad ora ci siamo imbattuti nei famosi dispenser di gel igienizzante posti all’ingresso. Tuttavia, sappiamo bene come questo tipo di dispositivi sia sempre meno utilizzato: spesso non funzionano correttamente, si sporcano con facilità, sono poco igienici – specie nei locali affollati – e soprattutto ci ricordano costantemente il motivo per cui si trovano lì.

Con il tubetto in alluminio tutto cambia. Il suo fascino vintage, la praticità d’uso e le possibilità di personalizzazione, trasformano un prodotto oramai necessario in un accessorio gradevole da portare con sé, esattamente come una comune crema mani o un rossetto.

Il gel igienizzante in tubetto quindi, può assumere le sembianze di un comune gadget fornito gratuitamente nei luoghi di intrattenimento e in vacanza.

Quali sono i vantaggi?

  • Il tubetto in alluminio Favia, grazie al processo di stampa ToBeUnique, può essere personalizzato a seconda delle esigenze comunicative dell’azienda, anche nel caso di design complessi. Per questo si presta a qualsiasi tipo di attività, dalla ristorazione ai cinema, dai negozi di abbigliamento agli hotel.
  • È possibile stamparvi il logo, uno slogan con tanto di hashtag, promuovere un particolare evento o sponsorizzare servizi. Si pensi ad una compagnia aerea: un tubetto di gel igienizzante con la palette colori dell’azienda che illustra i dettagli del volo, un codice sconto sull’acquisto di un altro biglietto oppure qualche informazione turistica sulla città di destinazione.
  • Pensiamo quanto ToBeUnique possa tornare utile ad un museo che decida di promuovere le proprie opere d’arte stampandole proprio sul tubetto! Magari proponendo una piccola “collezione”.

E gli esempi sono infiniti date le innumerevoli possibilità di promozione per le palestre, gli hotel, i ristoranti, i cinema e i parchi divertimento. Si tratta quindi di un prodotto facilmente integrabile nel famoso “welcome kit” che accoglie il cliente all’ingresso della struttura.

Oltre alla prevenzione, la promozione di prodotti e servizi è fondamentale, soprattutto per le attività che stanno ripartendo e che – più di tutti – hanno dovuto affrontare le difficoltà imposte dalla pandemia. E il tubetto di alluminio è in grado di rispondere anche a questa esigenza, pur non trascurando l’aspetto pratico: grazie alla sua forma, si può utilizzare praticamente ovunque, limitando gli sprechi e senza il rischio di sporcare – perfetto quindi anche per i viaggiatori più avventurosi!

Il tubetto inoltre, è sostenibile: l’alluminio, infatti, a differenza della plastica, può essere riciclato un numero infinito di volte con processi a ridotto impatto ambientale. Un gesto di responsabilità anche nei confronti della salute del nostro pianeta.

Coniugare quindi prevenzione, sostenibilità e strategie di marketing è oggi possibile: con la collaborazione di tutti, possiamo far sì che queste riaperture estive siano l’inizio del ritorno – tanto atteso – alla vita che tutti conosciamo.